Planted

«Vogliamo rivoluzionare il sistema alimentare»

La dr.ssa Judith Wemmer di Planted sta lavorando per far sì che in futuro mangeremo carne senza uccidere animali. Insieme al suo team, la responsabile dello sviluppo sta per lanciare sul mercato il pezzo di filetto del sostituto della carne: la bistecca perfetta fatta con la farina di piselli.

Signora Wemmer, ha mai sognato una bistecca succulenta?

Non credo di averla mai sognato prima d’ora. Ma in questo momento, molto spesso, i miei pensieri si rivolgono a bistecche e altri filetti a pezzo intero. Noi da Planted, ora siamo in grado di produrre anche grandi pezzi di carne.


Quindi bistecche senza carne che sanno di bistecca?

Sì, potrei darle da mangiare un pezzo davvero grosso nel nostro laboratorio, del quale sarà assolutamente entusiasmato.


In altre parole, è in procinto di entrare nel mercato?

Sì, lavoriamo ancora solo sulle proporzioni e siamo ad un passo dal lancio dei filetti a pezzi interi.

Sarebbe un grande passo. Un altro grande passo per Planted. Torniamo brevemente indietro: Che cos'è Planted e come è iniziato tutto?

Planted è una delle start-up in più rapida crescita in Svizzera. Allo stesso tempo, uno dei produttori in più rapida crescita di proteine alternative in Europa. L'azienda esiste da due anni e mezzo. In questo periodo, siamo passati da tre a 180 dipendenti. Il nostro obiettivo è molto semplice: vogliamo rivoluzionare il sistema alimentare con i nostri prodotti.


Perché deve essere subito una rivoluzione?

La produzione di carne è responsabile del 14,5 percento delle emissioni complessive di gas serra. A nostro parere, non ha alcun senso macellare animali per motivi di consumo e per l'assunzione di proteine. Al contrario: Dovremmo mangiare direttamente le proteine vegetali.

Sembra giusto, ma non necessariamente appetitoso.

Questo è il nostro obiettivo principale: il morso e il sapore. Lavoriamo insieme a scienziati e cuochi, per riprodurre il morso desiderato e il sapore perfetto - e questo è ciò che ha convinto i consumatori.

Alla persona

La dr.ssa Judith Wemmer è Head of Product Development e membro della direzione generale da Planted. La 31enne ingegnera dei processi alimentari è entrata nella start-up due anni e mezzo fa e, oltre a sviluppare nuovi prodotti, investe molto tempo nel comunicare le sue conoscenze e la visione del suo datore di lavoro.

Alla persona

La dr.ssa Judith Wemmer è Head of Product Development e membro della direzione generale da Planted. La 31enne ingegnera dei processi alimentari è entrata nella start-up due anni e mezzo fa e, oltre a sviluppare nuovi prodotti, investe molto tempo nel comunicare le sue conoscenze e la visione del suo datore di lavoro.

A tal punto che rinunceranno in futuro alla carne?

Questo è l’obiettivo. I nostri prodotti non offrono alternative alla carne. Sono meglio rispetto alla carne animale - sotto ogni punto di vista. Migliore qualità del sapore e della struttura, migliori per la salute, migliore per l’ambiente. Hanno un'impronta ecologica molto più bassa e prima o poi saranno anche più economici.


Dove si trova Planted in questo viaggio?

Per quanto riguarda l'impronta ecologica e gli aspetti salutari, siamo molto superiori alla la carne animale. Il sapore e la struttura possono essere mantenuti molto bene - come già detto, presto anche per i pezzi più grandi. E i prezzi scenderanno gradualmente. A lungo termine, non deve essere più economico mantenere e uccidere un animale che elaborare proteine vegetali.

Non sono pionieri nel settore dei prodotti sostitutivi della carne, ma sono più avanti degli altrit. La Deutsche Bahn, per esempio, ora offre i suoi prodotti nei suoi ristoranti di bordo. Come spiega tutto ciò?

Siamo riusciti a portare sul mercato qualcosa che è divertente sia per i ristoratori che per i consumatori finali. E questo con pochissimi ingredienti e additivi.

La base è costituita dai piselli.

Giusto. I nostri prodotti consistono principalmente in piselli gialli. Ma lavoriamo anche con proteine di girasole o di avena. Per noi è importante che ci siano diverse materie prime nei nostri prodotti. Questo è determinante per l'ambiente, ma anche per la salute dei consumatori. Con una gamma di prodotti in crescita, aumenta anche la diversità dei materiali di base.

Si tratta di far progredire una visione.

Quindi niente monocoltura di piselli in Svizzera?

La barzelletta è: Ci sono già molti campi di piselli. Al momento, i piselli sono semplicemente usati soprattutto come mangime per animali - proprio come la soia o altre piante proteiche. Gli animali convertono le proteine in modo molto inefficiente, non convertono tutto in carne muscolare. Stiamo cercando di eliminare questa inefficienza. Non c'è bisogno di tante proteine vegetali per soddisfare il nostro fabbisogno.

Senza o con meno animali, l'agricoltura cambierà comunque?

Dobbiamo certamente progettare tutta l'agricoltura in Svizzera e in Europa in modo che le risorse possano essere utilizzate nel modo più efficiente possibile. Insieme alla scienza, stiamo cercando di trovare il perfetto mix proteico per la Svizzera. In modo che il nostro sistema alimentare diventi più sostenibile.

007 Walder Planted
007 Walder Planted

Come descriverebbe la cultura di Planted?

Direi è caratterizzata dallo spirito inventivo. E' una cultura di start-up, che permette di osare delle cose e di commettere errori. All'interno dei gruppi lo scambio è continuo e familiare. Si tratta di far progredire una visione. Una visione, alla quale tutti lavorano insieme.


Sembra fantastico... ma è così'? La crescita veloce porta certamente con sé dei problemi.

Sono risolvibili. È importante che i nuovi dipendenti condividano la visione aziendale. Finora, la nostra squadra di talento e di cultura ha fatto un ottimo lavoro. Non è un compito facile quando si arriva a 180 dipendenti in poco tempo.

Walder Wyss ha un alto standard di qualità, anche se il ritmo è veloce.

Qui a Kemptthal diversi esperti lavorano sotto un unico tetto: Biotecnologi, cuochi, ingegneri di processo, specialisti di dati e così via. Tuttavia, nessun giurista. Questo è il ruolo lo assume Walder Wyss.

Giusto. Lavoriamo con lo studio per tutti i contratti possibili, ad esempio per cicli di investimenti. Apprezziamo anche molto lo scambio di informazioni. Anche dal punto di vista della cultura, siamo in sintonia: Walder Wyss ha un alto standard di qualità, anche se il ritmo è veloce e a volte abbiamo velocemente bisogno di un supporto legale.

Ha una visione, si sforza di fare una rivoluzione, un enorme sconvolgimento. Un compito importante. Come si concilia tutto questo con lei?

Ho studiato ingegneria dei processi alimentari all'ETH qui a Zurigo con due dei quattro fondatori di Planted, Lukas Böni e Eric Stirnemann, e poi ci ho fatto un dottorato. Infine, si è presentata l'opportunità di iniziare qui. La combinazione di lavoro scientifico, prodotto innovativo e sostenibilità è esattamente ciò che fa per me. Allo stesso tempo, posso vivere appieno la mia voglia di fare. E' una cosa abbastanza unica.